Archivi del giorno: giugno 4, 2010

Da oggi gli autori che ci inviano gli articoli, hanno la facoltà di scegliere fra tre opzioni:

E’ stata introdotta una nuova regola riguardante la pubblicazione degli articoli. Da questo momento, gli autori degli articoli, hanno la facoltà di scegliere fra tre opzioni:

  1. Gradire solo commenti firmati al proprio articolo
  2. Non voler sottoporre a  commenti il proprio articolo (articolo senza commento)
  3. Accettare tutti i commenti, anche anonimi (come fatto fino ad oggi)

E’ stata introdotta questa nuova modalità di interattività per maggiore democrazia e per far avvicinare al sito anche quelle persone che non hanno mai scritto a causa dei commenti anonimi. Questo vuole essere un incentivo a creare dibattiti costruttivi fra un sempre più crescente numero di persone e un modo per contrastare la strumentalizzazione del giornale quando si vuole trattare argomenti di politica locale.

La Redazione.

Sequestrato impianto di depurazione in località Pettoruto, indagate 4 persone.

Fonte: Libero News, Agi.

E’ stato sequestrato l’impianto di depurazione del santuario della Madonna del Pettoruto e delle strutture limitrofe, nel territorio comunale di San Sosti. Il provvedimento del gip di Castrovillari, Annamaria Grimaldi, è stato eseguito dal Corpo forestale dello Stato di San Sosti e della sezione di polizia giudiziaria della Guardia Costiera. Nell’inchiesta sono coinvolti alcuni amministratori e responsabili del servizio del comune di San Sosti, indagati per danneggiamento, deturpamento di bellezze naturali e altri reati simili legati al fiume Rosa.
L’inchiesta ha mosso i primi passi dopo un esposto presentato da un cittadino al locale Comando della Forestale circa un presunto inquinamento del suolo e del sottosuolo circostante a causa del non perfetto funzionamento delle vasche di depurazione del santuario e delle strutture adiacenti. Gli accertamenti, infatti, hanno rilevato che le quattro vasche ‘imhoff’, per il trattamento e lo smaltimento dei liquami, sono fatiscenti e non adeguate alle normative vigenti. I liquami che fuoriescono si riversano nel terreno fino a confluire a valle del fiume Rosa.

NON FARTI IMBROGLIARE, LA TUA FIRMA LI PUÒ FERMARE!

Richiamiamo l’attenzione del popolo mottafollonese per una nuova iniziativa nel nostro territorio di raccolta firme per tre referendum abrogativi. Riassumiamo brevemente l’argomento dei tre referendum. Il primo chiede di abrogare le disposizioni in materia di impedimento a comparire in udienza (legge 7 aprile 2010, n. 51), ovvero la possibilità per le alte cariche dello stato di non comparire in udienza nei processi penali. A nostro avviso questa norma risulta palesemente anticostituzionale. Crediamo infatti che violi l’articolo 3 della Costituzione Italiana secondo il quale siamo tutti uguali di fronte alla legge. Il secondo referendum riguarda un argomento sul quale l’Italia aveva già espresso il suo parere: l’installazione nel territorio italiano di centrali nucleari. Ricordiamo infatti che nel 1987 l’Italia ha detto di no al nucleare (80% dei votanti).

Elenchiamo alcuni punti fondamentali:

  1. Il nucleare non è sicuro (in Francia ci sono più di 100 incidenti l’anno);
  2. Le scorie nucleari restano pericolose per diverse centinaia di anni e non sono stati individuati siti adatti allo stoccaggio;
  3. L’installazione di centrali nucleari espone il paese a possibili attacchi terroristici;
  4. L’uranio è una risorsa scarsa più del petrolio (dovrebbe esaurirsi in poche decine di anni); Continua a leggere

Nuova funzione del nostro Giornalino Multimediale.

Cari lettori, nel sito da oggi in poi, sarà a disposizone a tutti voi un nuovo servizio, con il quale potete comunicare in modo diretto e istantaneo con la redazione per segnalazioni  o per chiedere informazioni ed avere una risposata veloce. Quando il pallino compare verde  scrivete nella parte illustrata dalle immagini premete invio e il vostro messaggio sarà recapitato a noi immediatamente.

cliccando su Editnickname: meeboguest012345 potete inserire il vostro nome o lasciarlo in anonimato.

La Redazione.