Salviamo i nostri alberi

Caldo afoso, il mercurio del termometro  che oscilla tra i 35 e i 40 °C  ecco il prospetto di fine agosto 2011 che ha invaso le giornate estive dei mottafollonesi. La vera preoccupazione in realtà sono gli incendi che divampano ogni giorno le nostre terre, bruciando vegetazione e lasciando dietro sè solo cenere. Facilmente viene appiccato un fuoco, e difficilmente viene spento, ogni giorno si brucciano ettari di terreno, centinaia di alberi secolari  bruciano, e il rumore degli elicotteri che sorvolano il cielo ci accompagna per giornate intere. Il tutto è causato dalla mano dell’uomo, magari nell’intenzione di pulire un terreno sceglie l’opzione più facile “il fuoco” o persone che proprio per gusto appicano incendi dove gli pare. Maggiore educazione a riguardo bisognerebbe avere su tale argomento, per avitare tanta distruzione anche se una domanda è lecita: questi incendi che ardono per giorni e notti incontrastati , sono realmente così indomabili?ovvero basterebbe semplicemente agire in tempo o adottare un piano di prevenzione che sia funzionante per salvare la fonte prima di ossigeno per la nostra terra?

La Redazione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...