Archivi categoria: Ambiente

TERREMOTO CALABRIA PROV CS ZONA CETRARO 16/11/2016 16:17:52 – (16/11/2016 15:17:52 UTC) magnitudo: 2,5 – profondità: 11 km

terrprovcs
Fonte immagine: portaleabruzzo.com
PER TUTTE LE INFO ECCO IL LINK DEL SITO DELLA PROTEZIONE CIVILE NAZIONALE:
http://www.protezionecivile.gov.it/jcms/it/cosa_fare_sismico.wp

 

Immagine

REFERENDUM 17 APRILE 2016 – VOTIAMO SI

2016_04_17-referendum-notriv-V3 copiascheda-referendum-trivelle2016

Terremoto nella Valle dell’Esaro 28/03/2014

Nella notte tra il 27 e il 28 marzo si è verificata nella Valle dell’Esaro una scossa di terremoto di magnitudo 3.5 nell’immagine i comuni interessati:

CLICCA SULL’IMMAGINE PER INGRANDIREImmagine

La Redazione

AVVISO AI CITTADINI: INIZIO RACCOLTA DIFFERENZIATA

A MOTTAFOLLONE COMINCIA LA RACCOLTA DIFFERENZIATA
NULLA SI CREA, NULLA SI DISTRUGGE, MA MOLTO SI RICICLA!

Cittadino di Mottafollone, aiutaci a recuperare le risorse contenute dentro i rifiuti separandoli al meglio, per  limitare la crescita delle enormi discariche e recuperare le materie prime di cui si compongono.
Fare la raccolta differenziata e recuperare le nostre “risorse” dai rifiuti significa: NON gettare nell’ambiente sostanze che inquinano e che si degradano in decine o centinaia di anni; risparmiare e proteggere l’ambiente riciclando e trasformando sostanze che usiamo tutti i giorni.
Se guardiamo dentro ad un sacchetto di rifiuti ci accorgiamo che la parte più consistente è rappresentata da materie utilizzate come imballaggi o contenitori, ovvero bottiglie di vetro, di plastica e lattine di bibite, tonno,carne, olio o altre sostanze.

Ecco perché il COMUNE DI MOTTAFOLLONE ha pensato di raccogliere in modo DIFFERENZIATO queste frazioni di rifiuti.

Non cambia niente rispetto a prima. Vicino a quasi tutti i tradizionali cassonetti per la raccolta  indifferenziata, troverai DUE NUOVI CASSONETTI:
–  IL CASSONETTO VERDE per la raccolta del vetro;
–  IL CASSONETTO BLU per la raccolta di plastica e alluminio.
Perciò a casa, quando elimini la spazzatura, separa:
–  Vetro che dovrà essere depositato nel cassonetto verde;
–  Plastica ed Alluminio che dovranno essere depositati  nel cassonetto blu;
– il resto continua a depositarlo nel cassonetto tradizionale.

Ti ricordiamo Continua a leggere

Campagna di raccolta firme per legge regionale di iniziativa popolare

Acqua potabile e servizi igienico-sanitari: un diritto umano universale! 009-manifesto-70-100 L’acqua è un bene comune, non una merce!

Metti la tua firma, presso il circolo del PD e dei GD di Mottafollone info: http://www.abccalabria.org

17.01.2013 Strada c\da Boccafolle-Pauciuri chiusa per frana

Foto-0021 Foto-0022

Salviamo i nostri alberi

Caldo afoso, il mercurio del termometro  che oscilla tra i 35 e i 40 °C  ecco il prospetto di fine agosto 2011 che ha invaso le giornate estive dei mottafollonesi. La vera preoccupazione in realtà sono gli incendi che divampano ogni giorno le nostre terre, bruciando vegetazione e lasciando dietro sè solo cenere. Facilmente viene appiccato un fuoco, e difficilmente viene spento, ogni giorno si brucciano ettari di terreno, centinaia di alberi secolari  bruciano, e il rumore degli elicotteri che sorvolano il cielo ci accompagna per giornate intere. Il tutto è causato dalla mano dell’uomo, magari nell’intenzione di pulire un terreno sceglie l’opzione più facile “il fuoco” o persone che proprio per gusto appicano incendi dove gli pare. Maggiore educazione a riguardo bisognerebbe avere su tale argomento, per avitare tanta distruzione anche se una domanda è lecita: questi incendi che ardono per giorni e notti incontrastati , sono realmente così indomabili?ovvero basterebbe semplicemente agire in tempo o adottare un piano di prevenzione che sia funzionante per salvare la fonte prima di ossigeno per la nostra terra?

La Redazione

Comprensorio Esaro-Occido-Rosa

Provincia di Cosenza

Sala convegni Comune di Mottafollone, venerdì 1 luglio ore 18:00

Oggetto: Progetto integrato di filiera dell’aglio nella Valle dell’Esaro.

 

In riferimento alle esigenze avvertite dai coltivatori riguardanti l’oggetto sopra indicato e al fine di conoscere lo stato dell’arte della coltura, gli esperti agronomici e ambientali del territorio di riferimento con la presente si invitano le SS.VV.II. a partecipare alla riunione promossa dal “Comitato Organizzatore Itinerante”.

 

Presso il salone di rappresentanza del Comune di Mottafollone, al fine di procedere alla costituzione del “Consorzio P.I.F (Prodotto Integrato di Filiera) dell’aglio” , per mettere in sinergia tra di loro enti territoriali e Continua a leggere

Una passeggiata al fiume…

Percorrendo la strada che porta alla contrada S.Marco ci avviciniamo al fiume Occida, prima di arrivare a riva del fiume passiamo su un ponte che dalle foto che vi mostriamo non sembra in condizioni ideali, noi della redazione non siamo esperti nel settore e ci asteniamo da qualsiasi considerazione a merito, lasciamo parlare le immagini. Proseguendo giungiamo sulle rive del nostro fiume, le foto che mostriamo devono farci riflettere su due punti essenziali, il primo riguarda la pulizia e la salvaguardia, oltre che alla cura del nostro fiume. Da sempre tutti noi scendiamo almeno una volta all’anno all’ombra dei pioppi e alla fresca acqua che scorre nel nostro Occida oltre che meta fissa per pasquetta e ferragosto, e quello che vediamo non sembra uno bel paesaggio,per  farsi un’idea delle condizioni attuali basta farsi una passessaggiata lungo le rive,  dobbiamo tenere in considerazione anche lo straripamento di quest’anno che tra virgolette ha ripulito da solo le rive, rispetto alle condizioni dell’anno precedente. La cura del fiume deve essere un impegno di tutti noi, a cominciare dal non inquinarlo.

Il secondo punto tratta un’ennesimo potenziale che il nostro paese possiede,e che lascia nelle dimenticanze creare un’area attrezzata o semplicemente delle panche con dei tavoli e griglie nei grandi spazi che il fiume offre lungo le sue rive e tenere pulito un pò di più l’ambiente, non sembra qualcosa di impossibile. Il tutto oltre a migliorare il piacere di trascorrere una giornata al fiume, potrebbe essere metà di turisti attratti dalla straordinaria bellezza dei nostri territori. Con questo articolo vogliamo svegliare il senso dell’appartenenza ai luoghi a noi cari, a tutti i nostri lettori affinchè  le idee non rimangano tali.

La Redazione.

Villetta trascurata.

Quello che vedete nelle foto è l’ex cimitero di mottafollone utilizzato fino al 1981. Dopo il trasferimento di tutti i defunti all’attuale cimitero è stato adeguato a villetta. Le immagini dimostrano anche le condizioni attuali, che evidenziano il degrado a cui è soggetta: l’erba alta, i lampioncini non funzionanti, e alcune croci ancora sui muri, testimoniano la scarsa cura riservata a questo luogo,      che potrebbe dare un’impressione del tutto diversa da quella   attuale se si desse più importanza alla considerazione dei piccoli dettagli come quelli sopra citati, lasciamo le idee e i commenti a voi lettori per valorizzare questo luogo affinchè possa acquisire una nuova luce.

La Redazione.