Archivi categoria: Eventi

Nasce pulcino a 4 zampe a Mottafollone

Esattamente il 6 giugno in c\da Ferrieri (ciciriello) è nato questo esemplare di pulcino a 4 zampe, l’ha trovato con stupore la sig\ra Presta Angela  nella sua campagna.  Sembrava che non avrebbe superato il giorno, invece l’animale è tuttora vivo. ecco le foto:

10425772_10204017280423037_2061516100_n10438742_10204017279823022_1813617160_nLa Redazione

Elezioni Comunali – Presentazione liste

liste


ELENCO LISTE:

grappoloPer Mottafollone Unità-Forza-Rinascita

Candidato a sindaco: Basile Romeo
Basile Carmelo
Iannuzzi Giancarlo
Rogati Carmelo
Tedesco Antonio
Capparelli Francesco
Perticaro Danilo
Spagnuolo Adriana
Perticaro Francesco
Bruno Luigi
Zeolla Maria Angelina

aquilaAquila – Uniti nel Lavoro

Candidato a sindaco: Bruno Francesco Antonio
Perticaro Giuseppe
Bartucci Dario
Guaraglia Luana
Guerrieri Francesco
Piragine Olindo
Schella Giuseppe
Rende Gaetano
Rota Mauro
Verta Sara
Spinelli Maria

Immagine

1° Maggio Mottafollone

ggghhh

APPROVATO DEFINTIVAMENTE IL DDL 1212 DEL RIO. NUOVE REGOLE PER I COMUNI

PRIMA SEDUTA DELLA CAMERA DEI DEPUTATIE’ stato approvato definitivamente dalla Camera, senza modifiche rispetto al testo del Senato, il DDL 1212 Del Rio che contiene, tra l’altro, le nuove norme di riforma istituzionale ed elettorale per i comuni.
In particolare il DDL prevede che:
per i comuni con popolazione sino a 3000 abitanti il Consiglio sarà composto dal Sindaco e da 10 Consiglieri . Il numero massimo di Assessori sarà pari a 2.
Ai medesimi Comuni non si applicherà il divieto di rielezione del Sindaco per un terzo mandato; sarà comunque consentito un massimo di 3 mandati.
Per i Comuni con popolazione da 3000 a 10.000 abitanti, il Consiglio sarà composto dal Sindaco e da 12 Consiglieri. Il numero massimo di Assessori sarà pari a 4.
Nei Comuni con popolazione superiore a 3000 abitanti, nessuno dei 2 sessi potrà essere rappresentato in misura inferiore al 40%.

In Argentina a San Fernando – Festa in onore di Sant’Antonio Abate della Comunità Mottafollonese

In argentina, nella città di San Fernando, vive da 58 anni una comunità Mottafollonese chiamata “ La Congregazione Sant’Antonio Abate;  il 19 agosto 2013 è stata celebrata la festa del 25 anniversario della costruzione della chiesa in onore di Sant’Antonio Abate. Questa festa è la prima celebrazione cattolica italiana avvenuta in questa zona.  Il sindaco della città di San Fernando Luis Andreotti ha regalato  quattro aste portabandiera per la bandiera italiana, argentina, papale e municipale in piazza difronte la chiesa.

28027_1982013__DSC9667

L’articolo completo dal sito Zona Norte – Diario on line:

[19/08/2013 | 13:48 ] En un gesto de cercanía a los sanfernandinos, autoridades municipales participaron del festejo anual de una de las comunidades de la Parroquia Santa Teresita y en especial de una congregación italiana procedente de Mottafollone; inauguraron mástiles nuevos para una plazoleta del barrio Continua a leggere

Avviso alla cittadinanza: rinvio manifestazioni della Sagra del cinghiale e del XXVIII Carnevale

mottafollone

LE MANIFESTAZIONI DELLA IX SAGRA DELL’OLIO D’OLIVA E DEL CINGHIALE E DEL XXVIII° CARNEVALE MOTTAFOLLONESE SONO PREVISTE RISPETTIVAMENTE PER SABATO 16 FEBBRAIO ALLE ORE 18,00 E DOMENICA 17 FEBBRAIO 2013 ALLE ORE 14,30.
SI COMUNICA INOLTRE CHE L’ISCRIZIONE AL CARNEVALE DEVE AVVENIRE ENTRO IL GIORNO 15/02/2013 ALLE ORE 13,00

Campagna di raccolta firme per legge regionale di iniziativa popolare

Acqua potabile e servizi igienico-sanitari: un diritto umano universale! 009-manifesto-70-100 L’acqua è un bene comune, non una merce!

Metti la tua firma, presso il circolo del PD e dei GD di Mottafollone info: http://www.abccalabria.org

Immagine

Mafalda ed Ernesto Settant’anni insieme

articolo

GIORNATA DELLA MEMORIA 2012

Ciò che oggi ci rimane sono i documentari in bianco e nero, i musei stracolmi di oggetti, le fotografie sbiadite, i libri che raccontano i dettagli. Ma soprattutto, ci restano le storie e gli occhi di chi le racconta.

La shoah è il giorno della memoria. Il giorno in cui tutto, dal passato della guerra, ritorna e ci casca addosso con violenza. Ci ricorda un passato di esseri umani privati della propria identità e dignità in nome di quella ”superiorità della razza” che nessuno ha il diritto di accorpare alla propria etnia. E ci ricorda anche, e soprattutto, chi dovremmo essere e chi, evidentemente, ancora non siamo. Cittadini del mondo. Un mondo popolato, fortunatamente, da persone diverse.