Archivi categoria: Idee per lo Sviluppo

REFERENDUM 4 DICEMBRE 2016

no

CLICCA SUL LINK PER SCARICARE IL PDF CON LE RAGIONI DEL NO.
ragioni-del-no

Immagine

REFERENDUM 17 APRILE 2016 – VOTIAMO SI

2016_04_17-referendum-notriv-V3 copiascheda-referendum-trivelle2016

Immagine

Festa dell’Unità, Mottafollone 30-31 luglio 2014

Festa dell'unità Mottafollone

Immagine

Live Mottafollone Vasco Tribute

10458233_10152500057606445_887546175583749622_n

AVVISO AI CITTADINI: INIZIO RACCOLTA DIFFERENZIATA

A MOTTAFOLLONE COMINCIA LA RACCOLTA DIFFERENZIATA
NULLA SI CREA, NULLA SI DISTRUGGE, MA MOLTO SI RICICLA!

Cittadino di Mottafollone, aiutaci a recuperare le risorse contenute dentro i rifiuti separandoli al meglio, per  limitare la crescita delle enormi discariche e recuperare le materie prime di cui si compongono.
Fare la raccolta differenziata e recuperare le nostre “risorse” dai rifiuti significa: NON gettare nell’ambiente sostanze che inquinano e che si degradano in decine o centinaia di anni; risparmiare e proteggere l’ambiente riciclando e trasformando sostanze che usiamo tutti i giorni.
Se guardiamo dentro ad un sacchetto di rifiuti ci accorgiamo che la parte più consistente è rappresentata da materie utilizzate come imballaggi o contenitori, ovvero bottiglie di vetro, di plastica e lattine di bibite, tonno,carne, olio o altre sostanze.

Ecco perché il COMUNE DI MOTTAFOLLONE ha pensato di raccogliere in modo DIFFERENZIATO queste frazioni di rifiuti.

Non cambia niente rispetto a prima. Vicino a quasi tutti i tradizionali cassonetti per la raccolta  indifferenziata, troverai DUE NUOVI CASSONETTI:
–  IL CASSONETTO VERDE per la raccolta del vetro;
–  IL CASSONETTO BLU per la raccolta di plastica e alluminio.
Perciò a casa, quando elimini la spazzatura, separa:
–  Vetro che dovrà essere depositato nel cassonetto verde;
–  Plastica ed Alluminio che dovranno essere depositati  nel cassonetto blu;
– il resto continua a depositarlo nel cassonetto tradizionale.

Ti ricordiamo Continua a leggere

Avviso alla cittadinanza: rinvio manifestazioni della Sagra del cinghiale e del XXVIII Carnevale

mottafollone

LE MANIFESTAZIONI DELLA IX SAGRA DELL’OLIO D’OLIVA E DEL CINGHIALE E DEL XXVIII° CARNEVALE MOTTAFOLLONESE SONO PREVISTE RISPETTIVAMENTE PER SABATO 16 FEBBRAIO ALLE ORE 18,00 E DOMENICA 17 FEBBRAIO 2013 ALLE ORE 14,30.
SI COMUNICA INOLTRE CHE L’ISCRIZIONE AL CARNEVALE DEVE AVVENIRE ENTRO IL GIORNO 15/02/2013 ALLE ORE 13,00

Campagna di raccolta firme per legge regionale di iniziativa popolare

Acqua potabile e servizi igienico-sanitari: un diritto umano universale! 009-manifesto-70-100 L’acqua è un bene comune, non una merce!

Metti la tua firma, presso il circolo del PD e dei GD di Mottafollone info: http://www.abccalabria.org

Intervista a Lucio Paura sui particolari del castello di Mottafollone, dopo l’inizio dei lavori di ristrutturazione.

Vorrei farti qualche domanda sullo stemma che è stato collocato sia nell’atrio che sulla torretta del Castello; riguarda le ultime famiglie che hanno vissuto nel maniero?

 

_“ Si! … Quando si parla del castello di Mottafollone si deve far riferimento anche alle ultime due famiglie che vi abitarono: Severini e Zupi.

Famiglie che hanno origini ben differenti ma molto simili nella formazione culturale ed ideologica.

Il cognome Zupi, se non sbaglio, non è delle nostra zona! Come sono venuti a Mottafollone?

 

_“Infatti è una famiglia meridionale originaria di Fiumefreddo .

Il cognome deriva dai famosi Zocco i “cavalieri della stella”.

Furono feudatari  assai doviziosi e ragguardevoli, molto benemeriti della Patria e della Religione.

Nel 1022 entrarono a far parte dei cavalieri della Continua a leggere

GIORNATA DELLA MEMORIA 2012

Ciò che oggi ci rimane sono i documentari in bianco e nero, i musei stracolmi di oggetti, le fotografie sbiadite, i libri che raccontano i dettagli. Ma soprattutto, ci restano le storie e gli occhi di chi le racconta.

La shoah è il giorno della memoria. Il giorno in cui tutto, dal passato della guerra, ritorna e ci casca addosso con violenza. Ci ricorda un passato di esseri umani privati della propria identità e dignità in nome di quella ”superiorità della razza” che nessuno ha il diritto di accorpare alla propria etnia. E ci ricorda anche, e soprattutto, chi dovremmo essere e chi, evidentemente, ancora non siamo. Cittadini del mondo. Un mondo popolato, fortunatamente, da persone diverse.

Riportiamo l’articolo pubblicato sulla Gazzetta del sud il 19 gennaio

Spesa pubblica ridotta e servizi razionalizzati per tutta la comunità

Francesco Antonio Bruno (Sindaco del Comune di Mottafollone)

In questi due anni e mezzo di consiliatura l’amministrazione comunale ha collaborato fianco a fianco con l’intera cittadinanza. Sul piano organizzativo si è proceduto ad un’importante riduzione dei costi, eliminando gli sprechi e razionalizzando i servizi. Partendo da questo presupposto siamo riusciti a gestire l’ente in modo oculato, nel rispetto delle regole, delle leggi e delle esigenze della popolazione. Abbiamo valorizzato le risorse umane delle strutture pubbliche, instaurando un clima di serenità che ha consentito di creare le condizioni per operare in sinergia con il consiglio comunale ed in particolar modo con la minoranza, nell’interesse generale del paese. La parola d’ordine è stata organizzazione: ogni settimana si tiene una riunione di giunta per consentire a tutti i componenti di essere informati e di esprimere la loro opinione sulle diverse tematiche; periodicamente si svolgono delle riunioni di gruppo, affinché ogni eletto della maggioranza possa conoscere l’operato dell’Amministrazione e formulare le proprie proposte; di recente abbiamo associato con i comuni di Sant’Agata di Esaro, San Sosti e San Donato di Ninea i servizi sociali e quello di polizia municipale, contenendo le spese. Il coinvolgimento della popolazione è costante nelle scelte importanti e nella disamina delle problematiche. Sul fronte operativo abbiamo provveduto al pagamento dei debiti fuori bilancio ed alla risoluzione di alcuni contenziosi che duravano da oltre trent’anni, riguardanti l’acquisizione di aree da destinare alla costruzione di strade ed al passaggio della rete fognaria. L’amministrazione, inoltre, ha investito una parte ingente delle proprie risorse alla Continua a leggere